FAMI – Prospettive d’autonomia

Percorsi professionalizzanti e di inserimento lavorativo per giovani titolari di protezione internazionale.

Questo progetto che vede tra i partner, oltre ad Eufemia, Coop Liberitutti, EduCare scs, Altrimodi SRL Impresa Sociale ETS, ha come focus il potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza e la realizzazione di percorsi individuali per l’autonomia socio-economica per titolari di protezione internazionale: sostenere attivamente i destinatari nel miglioramento della dimensione lavorativa e della dimensione abitativa, attraverso anche azioni di welfare generativo, al fine di promuoverne l’autonomia e l’inclusione.

Eufemia, nello specifico, contribuisce ad implementare un sistema virtuoso di economia circolare che favorisca il riuso di scarti ed eccedenze a favore delle fasce deboli della popolazione, creando percorsi di inclusione lavorativa; organizza inoltre percorsi formativi in ambito ristorativo e culinario, con laboratori di cucina che forniscano ai partecipanti competenze spendibili sul mercato del lavoro.

Con questo progetto si continua quanto già iniziato nel 2020 con Food Pride Kitchen Lab prevedendo, inoltre, opportunità di socializzazione e di creazione di comunità per spezzare le solitudini, incrementare i possibili luoghi di inclusione, che possano accogliere e assicurare il necessario accompagnamento ai percorsi occupazionali e di attivazione sociale.

Il Gusto del Mondo srl impresa sociale in ambito ristorativo che offre un servizio di proposte gastronomiche fusion, start-up incubata in Eufemia fino a Novembre 2020, avrà un ruolo di rilevo. Il progetto FAMI sarà l’occasione per sostenere l’avvio dell’attività, l’affitto e l’allestimento dei locali, lanciare inaugurazione e supportare la visibilità dell’iniziativa. Sarà supportata la partecipazione e il coinvolgimento di giovani in condizione di svantaggio (migranti, NEET, transgender, vittime di tratta) e alimentare le due anime del gruppo: quella commerciale per l’inserimento lavorativo di giovani in condizioni di marginalità e difficoltà, e quella sociale e assistenziale per la promozione dell’inclusione sociale e culturale e per garantire l’accesso a un diritto primario come quello del cibo.

Le professionalità messe in campo, inoltre, dal Gusto del Mondo, saranno di supporto ai laboratori di cucina e accompagneranno i percorsi di formazione dei partecipanti – beneficiari coinvolti.

Il progetto, in coerenza con i principi di Food Pride Torino, utilizzando un approccio circolare, contribuisce alla lotta allo spreco trasformando, nei laboratori di cucina, parte dei prodotti invenduti raccolti nei mercati cittadini, promuovendo un modello di cucina partecipato, solidale e sostenibile.

Il progetto n.3242 è finanziato nell’ambito del “Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) Obiettivo Nazionale ON 1 – lett c) – Potenziamento del Sistema di 1° e 2° accoglienza – Avviso Realizzazione di percorsi individuali per l’autonomia.

Share:

Latest Posts