“Provaci ancora, Sam!”

ProvaciAncoraSam

Il Provaci ancora, Sam! è nato a Torino nel 1989. Il progetto, di cui i primi beneficiari sono gli istituti scolastici coinvolti, ha lo scopo di prevenire la dispersione scolastica nelle scuole medie inferiori e di accompagnare i ragazzi al conseguimento della licenza media, predisponendo un ambiente educativo che favorisca l’apprendimento. Il Progetto si connota per una forte interazione tra gli enti promotori, istituzioni e realtà del Terzo Settore, e si propone di essere attivo sul territorio con modelli di didattica alternativa e di relazione educativa sperimentale. Per questo si ricorre al tessuto connettivo di Associazioni non a scopo di lucro, Oratori e Parrocchie, utilizzando le potenzialità sociali ed educative delle stesse che possono proporre stili e modelli all’interno del tessuto scolastico.

Il Progetto, rivolto ai ragazzi e alle ragazze delle scuole secondarie di Primo Grado che presentano difficoltà d’inserimento per problematiche sociali e scolastiche, ad alto rischio di dispersione, prevede due ambiti d’intervento, quello della Prevenzione Primaria e quello della Prevenzione Secondaria; in entrambi gli ambiti possono essere attivati gli Interventi Specifici ad hoc.

La Prevenzione Primaria  è rivolta prevalentemente agli alunni del primo anno della scuola secondaria di 1° grado con particolari bisogni educativi, temporanei e reversibili. In questo contesto Scuola e Organizzazioni esterne si integrano per offrire un supporto educativo e facilitare l’apprendimento. In casi particolari, definiti in accordo con le scuole, il Progetto può estendersi con progettazioni mirate a ragazzi della classe 2ª – 3ª della scuola secondaria di primo grado. Le azioni previste dal Progetto per la Prevenzione Primaria debbono sempre essere intese al pieno inserimento dei ragazzi e delle ragazze segnalate dai Consigli di Classe nella classe d’appartenenza.

La Prevenzione Secondaria si articola in due modalità di intervento: la Tutela Integrata riguarda ragazzi in età compresa tra i 14 e 16 anni, con conoscenze di base della lingua italiana, pluri ripetenti e che non abbiano conseguito la licenza media e gli interventi di accompagnamento e recupero della dispersione scolastica di minorenni presso alcuni Centri Territoriali Permanenti della Città, per il conseguimento della licenza media e la possibile prosecuzione in percorsi di istruzione o formazione professionale.

In casi particolari, su proposta progettuale della scuola sia nell’ambito della Prevenzione Primaria sia in quello della Prevenzione Secondaria possono essere attivati in corso d’anno Interventi specifici mirati, temporanei e intensi per singoli ragazzi che esprimono un grave disagio sociale e scolastico.

Scuola e altri attori possono così, in un lavoro congiunto, favorire processi di apprendimento che tengano  conto della storia, delle abilità, delle competenze e dei bisogni di ciascun ragazzo e ciascuna ragazza, affinché trovino spazio per una crescita serena ed un’armonica espressione di sè, incontrando nel contempo un sostegno concreto per la riuscita scolastica. L’integrazione, la partnership e la collaborazione tra gli istituti scolastici e le realtà extra-scolastiche che concorrono alla realizzazione del progetto è suggellata dall’inserimento, da parte dei primi, del Progetto nel POF della scuola come sua parte integrante.

Enti promotori del progetto

Compagnia di San Paolo
Area Politiche Sociali

Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo

Ufficio Pio

Comune di Torino
Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie
Area Servizi Sociali – Servizio Minori

Comune di Torino
Direzione Cultura, Educazione e Gioventù
Area Servizi Educativi
Servizio Orientamento, Adolescenti, Università e Inclusione

Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte

 

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito http://www.provaciancorasam.it/

Consulta anche i siti degli enti promotori:
http://www.fondazionescuola.it/
http://www.ufficiopio.it/
http://torino.istruzionepiemonte.it/

Sul nostro sito è possibile inoltre scaricare la descrizione dettagliata del Progetto e il Protocollo d’Intesa tra gli Enti Promotori.