FAQ – progetti internazionali

QUALI SONO I CRITERI DI SELEZIONE?
Ogni singolo progetto può richiedere l’applicazione di requisiti o criteri specifici, ma vi sono alcuni importanti criteri generali cui ci ispiriamo per la selezione dei partecipanti a tutti i nostri progetti:

  1. PARI OPPORTUNITÀ: nel rispetto di tale principio, tassello importante dei nostri obiettivi statutari, intendiamo favorire la formazione di gruppi bilanciati per la composizione di genere, promuovendo una cultura del dialogo e del rispetto delle differenze.
  2. ETÀ: Ogni progetto si rivolge ad una determinata fascia di età cui, di norma, ci atteniamo. Tuttavia, in funzione di specifiche esigenze individuali, possiamo prevedere eccezioni, da vagliare insieme, caso per caso, ispirate comunque al principio della più ampia inclusione sociale e finalizzate a garantire piena accessibilità ai giovani con minori opportunità. In ogni caso, per gli scambi internazionali l’età dei partecipanti è compresa tra i 13 e i 30 anni, mentre per i corsi di formazione è necessario essere maggiorenni.
  3. RESIDENZA: Di solito per la selezione ci orientiamo a ragazze e ragazzi residenti a Torino e Provincia. Questo perché i nostri progetti prevedono, allo scopo di favorire una partecipazione attiva e consapevole, incontri preparatori e di restituzione finale ai quali, per i non residenti a Torino e provincia, sarebbe più problematico prendere parte. Tale orientamento non è però esclusivo e, come per gli altri criteri, può prevedere eccezioni sempre dettate dai valori superiori di inclusione sociale e pari opportunità.
  4. ESPERIENZE PREGRESSE: Privilegiamo la partecipazione di ragazze e ragazzi alla loro prima esperienza internazionale, mirando tuttavia a formare gruppi bilanciati per competenze, ed inserendo dunque anche partecipanti più esperti nella prospettiva di una formazione peer to peer. L’esperienza pregressa è invece un criterio esclusivo di selezione per i group leader dei nostri progetti, che ricevono una formazione specifica attraverso i corsi promossi dall’Ufficio Scambi del Comune di Torino o svolti internamente in associazione.
  5. LETTERA DI PRESENTAZIONE: Ogni candidato presenta una lettera in cui descrive analiticamente le proprie motivazioni alla partecipazione. Tale lettera rappresenta lo strumento col quale valutiamo l’interesse per il tema trattato, l’attenzione prestata alla lettura dei documenti allegati alla descrizione del progetto, la volontà di mettersi in gioco e collaborare con il gruppo, anche nella prospettiva di future ulteriori collaborazioni nell’ambito della mobilità internazionale.

 

COSA INCLUDE LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE?

L’associazione EUFEMIA da sempre esplicita e motiva la richiesta di una quota di partecipazione per i progetti di scambio e per i corsi di formazione nell’ambito del programma Erasmus+. Da oggi trovate in questa sezione del sito le motivazioni della richiesta e i criteri che la orientano, per garantire la massima trasparenza verso l’Agenzia Nazionale Giovani, i nostri partner internazionali e i partecipanti stessi.

Con riferimento alla comunicazione del 20.04.2017 pubblicata dall’Agenzia Nazionale Giovani in merito al Contributo di partecipazione ai progetti di mobilità internazionale Erasmus+/KA105 (reperibile a questo link ), l’associazione Eufemia specifica quanto segue:

  1. La quota richiesta è determinata e varia di volta in volta in funzione di criteri di equità e congruità rispetto a fattori specifici:
    – date della mobilità: alta o bassa stagione possono causare costi dei biglietti per il trasporto eccedenti la quota standard rimborsata;
    – luogo della mobilità e connessioni con la location:rotte non trafficate, sebbene non eccessivamente distanti in linea d’aria, possono incidere notevolmente sul prezzo del biglietto.
  2. Nella quota sono inclusi i costi relativi all’iscrizione all’associazione (15€), necessaria per poter beneficiare della tutela assicurativa che garantiamo a tutti i partecipanti, in Italia e all’estero.
  3. La quota include inoltre eventuali richieste di cofinanziamento da parte delle organizzazioni ospitanti (che variano, a seconda dei casi, tra 20 e 100€).
  4. Nel caso degli scambi internazionali, la quota include i costi per un rimborso a favore della/del group leader, accreditata/o presso di noi dopo un processo di selezione e formazione.
  5. L’associazione si fa carico dell’acquisto dei biglietti per tutti i partecipanti, consentendo così di sveltire e semplificare le pratiche del viaggio; a fronte di ciò la quota è garanzia dell’assunzione di responsabilità e di impegno consapevole da parte dei partecipanti. Abbiamo avuto infatti esperienze negative di abbandoni all’ultimo minuto senza congrue giustificazioni, perdendo così sia i soldi del viaggio, sia quelli del rimborso.
  6. La quota prevede un contributo ad un fondo di solidarietà interno che ogni anno ci permette di coprire i costi vivi (es. assicurazione/iscrizione all’associazione) per consentire la partecipazione di ragazzi e ragazze con minori opportunità economiche, che vengono verificate in fase di selezione.
  7. La quota comprende viaggio, vitto, alloggio, tessera associativa, assicurazione e attività previste dal programma. Sono esclusi eventuali extra quali: drink fuori pasto, souvenir, visite non previste dal programma e tutto quanto non specificato.